Nidi in Famiglia Privati

LE MAMME DI GIORNO

In seguito all’idea di far nascere, crescere, e accudire i propri figli  in casa, nasce nel 1997 l’idea di “Mamme di giorno”, un progetto di autoaiuto tra genitori per l’accudimento dei bambini.

Grazie alla disponibilità di madri che non lavorano i piccoli vengono seguiti in un ambiente famigliare ed accogliente. Dal 2004 l’iniziativa è condotta anche da educatrici.

Dal 1999 l’iniziativa si è realizzata aderendo al progetto  della Città di Torino che, sulla base delle disposizioni della  legge 285/97 relative a “promozione di diritti e opportunità per l’infanzia”, istituisce un albo delle agenzie per la realizzazione di micronidi familiari riconosciuti, nel quale rientra anche la nostra associazione.

Oggi l’Associazione La Cicogna si propone di usare la propria esperienza per l’ampliamento dei servizi domiciliari per la prima infanzia e di favorire e valorizzare le risorse di sostegno reciproco tra famiglie, promuovendo l’apertura di Nidi in famiglia definiti dalla Deliberazione Regionale n. 48-144482 del 29 Dicembre 2004.  Per quanto riguarda la formazione e la supervisione psicopedagogica le Mamme di Giorno sono supportate dalla Cooperativa Liberitutti, che gestisce un servizio tradizionale per la prima infanzia.

Immagine 015

IL PROGETTO

Le”Mamme di Giorno” sono madri di bimbi da 3 mesi a 3 anni, o educatrici che accolgono bambini tra i tre e i trentasei mesi, in un ambiente domestico, fornendo loro cure di tipo familiare.

I bambini accolti sono al massimo quattro per ogni nido in famiglia; se la Mamma di Giorno ha dei figli in questa età, essi sono compresi in questo numero.

Il tempo giornaliero di permanenza di ciascun bambino nel nido non supera le cinque ore consecutive, per un massimo di 30 ore settimanali.

Il progetto risulta innovativo rispetto alle soluzioni tradizionali per gli operatori coinvolti, il tipo di assistenza, le esperienze offerte e la flessibilità dell’organizzazione. Di seguito le caratteristiche salienti:

  • piccolo gruppo di bambini poichè in questo periodo di vita il bambino non è in grado di esprimere adeguati comportamenti sociali se non in piccoli gruppi.
  • la figura educativa è un genitore o un’educatrice che svolge il proprio ruolo in modo rassicurante e amorevole, accompagnando il bambino giorno dopo giorno nelle sue esperienze  laddove i genitori non possono assolvere questa funzione.
  • il gruppo di bambini si relaziona con una sola figura educativa, che fornisce a ciascuno di loro  un’attenzione individuale.
  • l ‘ambiente domestico risponde a due funzioni:

–  la dislocazione dei nidi domiciliari può accorciare i trasferimenti del bambino;

– l’ambiente domestico  offre la possibilità di un coinvolgimento in una normale         vita familiare.

  • flessibilità degli orari che vengono concordati tra Mamma di Giorno e genitori.
  • coinvolgimento delle famiglie utenti nel progetto educativo.

Immagine 016

ASPETTI  PEDAGOGICI

L’Associazione, avvalendosi del supporto di esperti, focalizza il progetto sui bisogni del bambino organizzando un servizio educativo per la prima infanzia.

La Mamma di Giorno dà disponibilità affettiva per aiutare il bambino a stabilizzarsi e a inserirsi nel nuovo ambiente domestico, rispondendo così ai bisogni di contenimento e contatto corporeo, di ritmi cadenzati e precisi e di rispetto dei tempi e degli spazi

La casa viene aperta al sociale; l’ambiente domestico è allestito a misura di bambino.

Le Mamme di Giorno vengono selezionate sulla base di determinati requisiti: partecipazione al corso e al tirocinio, desiderio di intraprendere un’esperienza pedagogica speciale, in contatto con bimbi e genitori, abitazione adeguata ai parametri richiesti, contributo in forma attiva e partecipata al progetto, partecipando al coordinamento con le altre mamme e alle riunioni organizzative e alle lezioni di aggiornamento che di anno in anno vengono proposte, autopromuovendosi  nella propria zona.

ORGANIZZAZIONE E COORDINAMENTO

A ogni Mamma di giorno suggeriamo di entrare nel vivo dell’associazione, partecipando alle riunioni organizzative, alla programmazione, agli incontri con tutti i genitori e le persone che hanno contribuito alla nascita e  allo sviluppo del progetto.

CARATTERISTICHE DELL’ALLOGGIO  E  SICUREZZA

Il nido in famiglia comprende uno spazio per il gioco, uno per la nanna, uno per la pappa e infine il bagno; l’alloggio deve avere la licenza di abitabilità e uno spazio di almeno 15 mq. da destinarsi all’ospitalità dei bambini. Tutti gli impianti devono essere a norma e certificati.

E’ richiesta una perizia asseverata dell’alloggio redatta da un tecnico professionista iscritto al relativo albo professionale.

L’Associazione si occupa di controllare la sicurezza (spigoli, prese, oggetti frangibili e pericolosi, fornelli ecc.) e l’igiene della casa; fornisce inoltre un supporto nell’organizzazione dell’allestimento

L’associazione stipula una polizza assicurativa di responsabilità civile e una sugli infortuni che potrebbero avvenire durante l’orario di apertura del nido per le Mamme di Giorno e i bambini.

CORSO DI FORMAZIONE: “LA CURA DEI PICCOLI”

Il corso di formazione per le Mamme di Giorno è condotto dalla Cooperativa LIBERITUTTI e comprende il tirocinio presso un Nido in famiglia. Si conclude con una prova scritta, una relazione sul tirocinio e un colloquio di selezione.

picture137

Il corso, rivolto anche ai genitori, prevede lezioni seminariali, esperienziali e di lavoro corporeo a cui si aggiungono riflessioni e verbalizzazioni.

Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

INSERIMENTO

I genitori interessati, che si rivolgono all’associazione, vengono in un primo momento informati di tutti gli aspetti del progetto. Vengono poi messi in contatto con una Mamma di Giorno, seguendo il criterio della vicinanza, della compatibilità di orario, e l’età dei bimbi. Per buon senso, una MDG è meglio che non accudisca più di un bambino sotto l’anno.

MDG e genitore si incontrano per due o tre  colloqui preliminari, raccontandosi le storie reciproche, la biografia del bambino da inserire, le sue difficoltà, le sue abitudini.

E’ anche importante che ci sia simpatia reciproca, allora il rapporto potrà proseguire e permettere l’inserimento graduale del bambino. Si è osservato che l’inserimento è variabile per ogni bambino a seconda del tempo che impiega a riconoscere l’ambiente, chi l’accudisce e gli altri bambini; a seconda del tempo che impiega a lasciare la madre. E’ un grande cambiamento che coinvolge tutti: anche i genitori, e i componenti del nido in famiglia.  Un inserimento fatto bene, seguendo i bisogni del bambino, sarà di vantaggio dopo.

PASTI

Secondo il regolamento regionale è possibile la preparazione e la somministrazione di alimenti fermo restando l’applicazione, in ogni fase, di corrette norme di prassi igienica. Il menù è concordato con gli esperti dell’Associazione.

E’ possibile somministrare pasti preparati dai genitori nella fase iniziale dello svezzamento, nel caso di allergie alimentari o per esplicita richiesta dei genitori.

PB110363

COSTI

Per partecipare al progetto, in tutti i casi è necessario essere soci dell’associazione, pagando una quota annuale di 35 €, da rinnovare a gennaio di ogni anno.

Per l’iscrizione dei bambini, i genitori pagano:

  • Quota di iscrizione al nido in famiglia : €  120 all’anno da pagare il prima possibile per occupare il posto.
  • Quota per la retta mensile:  € 340  al mese.
  • Quota per il pasto: €1 per ogni giorno di frequenza per il pasto principale, la merenda di frutta è fornita delle famiglie.

SEGRETERIA

Per informazioni e iscrizioni rivolgersi a Elena il lunedì e il mercoledì  dalle 9:00 alle 11:00 ai seguenti numeri: 011. 282683 – 349.7744052

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: